L'analisi dei dati come fonte di vantaggio competitivo

Nelle attuali condizioni dei sistemi economici, caratterizzati da fenomeni endemici quali la globalizzazione e l'ipercompetizione (per non parlare degli effetti della crisi finanziaria), le imprese dovrebbero considerare le opportunità connesse con l'utilizzo sistemico (e sistematico) di strumenti cosiddetti di "business intelligence" mirati alla messa in atto di strategie atte a fronteggiare adeguatamente le possibili minacce competitive, traendo altresì il massimo risultato dall'impiego "efficiente ed efficace" delle proprie capacità e risorse.

Tali strumenti sono basati essenzialmente sull'impiego e l'analisi dei dati per mezzo di elaborazioni (statistiche e quantititative) e modelli (esplicativi e predittivi) utili al fine di orientare le decisioni e di controllarne i risultati, nell'ambito di processi decisionali di tipo sia "tradizionale" che automatizzato.
La caratteristica essenziale della metodologia analitica non risiede tanto nella quantità dei dati e delle informazioni raccolte, quanto nel fare si che nelle imprese si sviluppi e consolidi una vera e propria "cultura dell'informazione".

 

[Dettagli]